Unpli-Servizio-Civile
SERVIZIO CIVILE NAZIONALE
LA STORIA
Il Servizio Civile fu introdotto nell’ordinamento italiano con la legge n. 772 del 12 dicembre 1972 ,come alternativa al servizio di leva, previsto per coloro che si fossero dichiarati obiettori di coscienza e rivisitato con la legge 6 marzo 2001 n° 64.
Col passare degli anni al raggiungimento del traguardo della sospensione della leva obbligatoria (2005) il Servizio Civile Nazionale si configurò come un’opportunità aperta a tutti i giovani di età compresa tra i 18 e i 28 anni.
Il servizio civile consente di dedicare un anno della propria vita a favore della società.
Le aree di intervento nelle quali è possibile prestare il Servizio Civile Nazionale sono riconducibili ai settori:
• Assistenza
• Protezione Civile
• Valorizzazione del patrimonio ambientale, storico, artistico-culturale.

GLI ENTI
Gli enti di servizio civile sono le amministrazioni pubbliche, le associazioni non governative (ONG) e le associazioni no profit che operano negli ambiti specificati dalla Legge 6 marzo 2001, n. 64. Per poter partecipare al SCN gli enti devono dimostrare di possedere requisiti strutturali ed organizzativi, avere adeguate competenze e risorse specificatamente destinate al SCN. L’ente di SCN deve sottoscrivere la carta di impegno etico che intende assicurare una comune visione delle finalità del SCN e delle sue modalità di svolgimento.
Solo tali enti, iscritti in appositi albi – Albo nazionale e Albo regionale -, possono presentare progetti di Servizio Civile Nazionale.
Benni-Tavella Bernardina Tavella

I numeri del 2015 a cura di Bernardina Tavella, Responsabile Dipartimento Servizio Civile UNPLI
“Quest’anno la ricorrenza del centenario della Prima Guerra Mondiale coincide con l’avvio del Servizio Civile. Un’opportunità in più per i nostri 933 volontari che prenderanno servizio in oltre 550 sedi di Pro Loco dislocate in 14 regioni italiane, per riscoprire e promuovere il grande valore della pace, della convivenza, della solidarietà, attraverso la ricerca, lo studio del nostro patrimonio materiale e immateriale.
I nostri progetti saranno strumenti per educare noi (Presidenti di Pro Loco e dirigenti UNPLI) e loro (Volontari) alla cittadinanza democratica, alla pace, ai diritti umani, alla legalità e alla giustizia. Lo scambio di esperienze, di conoscenze, la messa in comune di prassi e metodologie, l’elaborazione, la produzione e la diffusione del materiale prodotto saranno la prova tangibile che solo attraverso la collaborazione, la sinergia, l’empatia, si possono realizzare grandi progetti finalizzati al rispetto della cultura e della storia di ogni essere umano.
Non è casuale che anche in questi anni si siano susseguiti atti di violenza e distruzione del patrimonio culturale di intere civiltà. Non è casuale che chi vuole sottomettere intere popolazioni ne distrugga l’identità culturale storica e sociale.
Noi, nel nostro piccolo, abbiamo il compito di difendere la nostra cultura e di questo dobbiamo essere orgogliosi. Solo attraverso la conoscenza, l’educazione, possiamo sperare in una convivenza civile e dignitosa per ogni essere umano senza alcuna distinzione di razza, genere, religione, ecc…
La speranza, per i giovani che hanno concluso da poco il loro anno di volontariato con UNPLI, e per quelli che inizieranno a breve, è che questa sia la generazione destinata ad avviare un percorso che ci condurrà verso la fine di tante inutili distruzioni, attraverso la cultura dell’essere e del fare, attraverso la capacità di lettura e critica di tutto ciò che ci circonda. In fondo è quello che ci chiede anche l’UNESCO che nel 2012 ha accredito l’UNPLI come associazione che opera in tutta Italia per la salvaguardia delle tradizioni locali in un’ottica di dialogo interculturale mondiale.”
Formazione_4
Principali obiettivi dei progetti:
– sensibilizzazione dei cittadini, tramite la diffusione di una cultura civica sui temi ambientali, sociali e culturali legati ai comportamenti e agli atteggiamenti individuali e collettivi;
– operare a fianco delle pubbliche amministrazioni in termini di attenzione alle problematiche territoriali (considerata la notevole disponibilità a collaborare con le Pro Loco, impegnando strutture e professionalità in una sinergia operativa molto profonda);
– catalogazione informatizzata e realizzazione di prodotti multimediali di beni presenti sul territorio;
– realizzazione di attività di progettazione, programmazione di eventi con il coinvolgimento delle strutture pubbliche e private presenti sul territorio;
– effettuare una ricerca, in una logica sistemica, di abitudini, folclore, tradizioni etc. legate al passato ed in prospettiva futura;
– un aggiornamento culturale ed operativo degli elementi sensibili della comunità, in ordine alla politica turistico-culturale (sempre più richiesto);
– una verifica, insieme, delle esperienze finora compiute dagli operatori nel campo per poter eventualmente delineare un profilo della Pro Loco come struttura permanente di accoglienza, assistenza e promozione nella comunità;
– una approfondita analisi dei risultati per arrivare ad una proposta operativa comune su tutto il territorio nazionale.________________________________________
Unpli – Dipartimento Servizio Civile
Via Roma 21 – 83020 Contrada (Av)
Tel. 0825.674777 • Fax 0825.674919
Mail: info@serviziocivileunpli.it
Mail: serviziocivileunpli@gmail.com
Web: www.serviziocivileunpli.net
Formazione

IL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE PRESSO LA PRO LOCO DI MONTEMESOLA

La Pro Loco di Montemesola dal 2004 è Ente accreditato per il Servizio Civile Nazionale e per gli Stage formativi per le scuole di secondo grado e per le università.
Ecco di seguito le volontarie del Servizio Civile e i rispettivi progetti:

SCN. 2005/2006 “Montemesola e il Novecento tra storia e cultura delle tradizioni”
Volontaria: Mannara Eliana

IMG-20151223-WA0013

SCN. 2006/2007 “Le tradizioni in Puglia – Itinerari turistico-culturali a Taranto, valorizzazione storia e cultura locale
Volontarie: Marangi Cosma – Matichecchia Annalisa – Parabita Irene

2006_2007

SCN. 2007/2008 “Arti e mestieri nella storia di Puglia, Montemesola (Ta)”
Volontarie: Basile Francesca Di Leo Giuseppina

francesca e giusy (3)

SCN. 2007/2008 “Le vie della Storia: Arte e Turismo nella Terra degli antichi Messapi”
Volontaria: D’Onghia Nunzia

IMG-20151219-WA0000

SCN. 2009/2010 “La pietra e la storia nella provincia di Taranto”
Volontarie: Trivisani Maria Esposito Annalisa Cannito Lucrezia

maria lucrezia annalisa

SCN. 2011/2012 “Gli antichi mestieri: la memoria storica della provincia di Taranto”
Volontaria: Quaranta Maria Cristina
cris
SCN. 2015/2016 “Cortei e processioni tra storia e fede nella cultura brindisina e tarantina”
Volontaria: Orlando Veronica

veronica

SCN 2016/2017 “Dalla piana messapica alle trincee della grande guerra”
Volontarie: Simona Cassanelli e Maria Teresa Fanelli

DSC03230